Periodo XVI/XVII Secolo

Posto in una stradina laterale di Piazze Orefici il Portale antropomorfo, realizzato in piperno è datato intorno al XVII secolo. La sua caratteristica principale è il mascherone nella chiave di volta, affiancato sui conci e sui piedritti da due motivi floreali. La chiave di volta dell’arco rappresenta un volto umano dai lineamenti molto accentuati e quasi mostruosi che richiama al mondo del grottesco e della superstizione. La simbologia è esorcizzare e proteggere i residenti del palazzo, con il compito di trasmettere un messaggio o un avvertimento: gli spiriti maligni non possono entrare.

Il portale oggi risulta leggermente più basso di come era in origine a causa del rialzamento del piano stradale a seguito del risanamento che nell’800 ha investito buona parte del centro storico di Napoli.